freetimesophie54

'Cause it's never too late…

Archivi delle etichette: pensieri

Oscurità

Buio intorno a me.

Non riesco a sentire più le mie mani

Non riesco a vedere dove metto i piedi.

Cerco di farmi strada, ma non riesco a capire dove sono.

Uno sparo e un dolore alla schiena.

Crollo a terra, in preda alle convulsioni.

Non riesco a pensare,

Non riesco a gridare,

Nessuno può aiutarmi.

Un silenzio assordante

Prima del mio ultimo respiro.

 

Annunci

Lasciare il passato alle spalle

Oggi, per la prima volta da Luglio, ho ripreso in mano il mio diario. Ho letto cose che mi hanno resa triste, al punto di piangere, altre che mi hanno fatta arrabbiare parecchio. Per la prima volta dopo mesi, ho di nuovo voglia di scrivere, di affermare quello che non ho potuto sostenere fino ad oggi: non sono una brutta persona, incontro solo le persone sbagliate. Per tornare a sorridere devo lasciare queste persone indietro, anche se significa rinunciare a quello che abbiamo passato insieme. Ho scritto una lettera a S., cercando di rendere quanto mi mancasse, tutto il dolore che mi ha provocato. Ben presto, i toni romantici sono stati sostituiti da quelli accusatori: l’ho rimproverato di non essere quello che credevo, di avermi lasciata sola in questi mesi (quelli in cui avevo più bisogno di lui), di essere solo un patetico ingegnere insignificante. Mi sono accorta di essere davvero molto arrabbiata con lui e di non essermi mai sfogata come avrei dovuto. Ecco, il lunedì è il mio giorno libero, quindi ho il tempo di piangere e di sfogarmi. Non avevo mai sfruttato questa occasione, ma lui la rende necessaria. Persino mentre scrivo queste poche righe sto piangendo. Sto cercando di essere spontanea, malgrado il continuo ricorso al fazzoletto e alle mie paure. Ho scoperto di essermi creata da sola la mia idea di lui, senza aver cercato di capire come fosse davvero. Anche lui ovviamente ha fatto lo stesso. Non credo gli sia mai interessato capire come mi sentissi, cosa avessi passato, perchè ero così attratta da lui. Mi ricorda tanto D. e il fatto che io lo abbia capito solo ora è preoccupante. Sono molto simili, eppure estremamente diversi. Un po’ come noi. Perchè continuo a cercare rapporti che mi feriscono? Penso forse di non meritare di meglio? S. per me avrebbe dovuto essere quel “meglio”. Sfortunatamente, corrispondeva al “meglio” solo fisicamente.

Ripensando a quello che dovrei fare ora: devo chiudere i ponti con lui definitivamente. Mi fa stare male solo il pensiero, ma mi rendo conto che non mi piace come persona, come io non piaccio davvero a lui. Mi ha delusa, ma devo andare avanti. D’ora in poi voglio dirmi solo cose positive, cercare di attirarle a me. Voglio dirmi che per me vale la pena aspettare, perchè merito di meglio. Non importa quanto rimarrò sola, voglio stare con qualcuno che sia capace di amarmi. Se ne sono convinta, riuscirò a vedermi in maniera diversa. Sono una bella persona e chi non vuole scoprirlo, non merita il mio tempo.

What if?

Come fa un cuoco pasticcione, ho lasciato troppe pietanze sul fuoco.

La metà di esse ormai sono bruciate, immangiabili.

Continuo a cuocere quelle che restano, senza controllarle.

E poi mi stupisco.

Non c’è niente di vero, tutto è immaginazione.

Eppure sembra facile, lasciarsi andare alle fantasie.

Ma sono solo comode illusioni per coprire una squallida realtà.